Il rude rinoceronte

Il rinoceronte ha un non so che di mitologico, sarà la presenza dei corni o forse quel ricordare vagamente un centauro, ma resta un animale un pò avvolto nel mistero.

Ad esempio si pensa sia pericoloso e onnivoro, mentre si nutre quasi esclusivamente di erbacee, certo non si accontenta di una modestà quantità anzi è lesivo per piante e arbusti dato quanti ne divora.

Pur vagando essenzialmente con il calare della notte, in quanto infastidito dal calore in maniera molto evidente, in quelle ore è molto attivo, di carattere prevalentemente irascibile e colleroso basta una minima cosa a fargli montare un’ira inenarrabile.

Il meglio, o il peggio a seconda dei punti di vista, lo da nella stagione degli amori e degli accoppiamenti, quando si crea una vera e propria rissa tra coppie di rinoceronti maschi, probabilmente perchè ognuno vuole dimostrare la sua supremazia e dotazione fisica.

Più rilassata e mansueta è la femmina che quando partorisce alleva il suo cucciolo con cure delicate, continue e presenti, c’è da dire che chiamarlo cucciolo è un eufemismo, considerando che quando nasce pesa dai 25 fino ai 70 kilogrammi.

La conformazione fisica di questo animale certo non lo aiuta ad essere visto come docile e mansueto e in effetti non lo è.

 

Lascia un commento

 

Portale animali